menu

Das Unheimliche

Personale 2016 - Space 1999 - Bressanone

prev
next

Terenzio Eusebi lavora attorno al concetto di scoprire la natura segreta delle forme, la loro anima razionale e poetica nello stesso tempo, che spesso si manifesta in modo inatteso. Attraverso un percorso che spazia dalla pittura alle sculture e alle installazioni, l’artista ha saputo creare un universo semplice e complesso, pieno di legami nascosti e di riferimenti e relazioni tra le opere. L’arte non è “spiegabile”, non può mai ridursi ad un racconto diretto e razionale, la stessa critica si ferma davanti ad una soglia oltre la quale non è possibile andare. Per questo il termine freudiano “Das Unheimliche” diventa una chiave interpretativa per ciò che ci affascina e anche inquieta nel mondo delle forme che ci sembrano famigliari e non lo sono. I lavori di Eusebi sono sospesi tra l’esigenza di una razionalità costruttiva e le forme che la rappresentano, ma che sembrano allontanarsene. Da un lato ci sembra tutto semplice e riconducibile a quello che già conosciamo, dall’altro la nostra osservazione rivela qualcosa che non comprendiamo perfettamente e ci rimanda ad una forte impressione di straniamento dalla realtà. Ci troviamo di fronte e immersi in una dimensione in cui l’analisi dei dettagli, dei colori, delle stesse relazioni tra le opere, ci fa porre delle domande sulla esperienza estetica che stiamo facendo. Eusebi inoltre lavora con materiali diversi, da quelli tradizionali come legno o carta, ad altri come le resine colorate che spesso aumentano la sensazione di non consuetudine al rapporto tra gli oggetti e la materia di cui sono composti. E se la poetica dell’artista va sempre nella direzione di un minimalismo concettuale, i suoi lavori riescono anche ad avere un coinvolgimento non solo visivo ma anche tattile. Le sue sculture come le sue opere sono dei rebus visivi in cui la normalità viene messa tra parentesi e genera immagini nuove e affascinanti. Gli stessi titoli sono altrettante aperture verso nuovi significati, piccole poesie che vivono in simbiosi con le opere a cui si riferiscono. In mostra vengono presentati oltre 30 lavori alcuni dei quali pensati per l’allestimento a Bressanone. Il risultato finale è quello di una unica grande installazione all’interno della quale il pubblico potrà muoversi per viverla come un’esperienza personale.

Plastica Italiana
L'enigma della forma