SITO IN COSTRUZIONE

Qual è il momento di svolta della tua storia di artista?

Quando ho capito che anche se qualcosa non succedeva, non succedeva niente.
Vi racconto... sono nato un 9 febbraio, di domenica in un piccolo paesino dell’entroterra piceno.

Come ben saprete, di domenica il grande disegnatore dell’universo si riposò. Debbo dire che sono mentalmente lavativo, mi piace guardare le nuvole e sono stato sempre poco attratto dalle varie forme di potere.

Mi ci sono avvicinato e scappato non appena hanno iniziato a scandire i tempi del mio tempo.

Così ripartendo anche da alcune lacrime,
dolci e trasparenti... sono andato!
E credetemi, quelle rare volte che torno sui miei passi, non ci sono mai!